Data/Day: 20/06/2014
Ora/Time: 21:00
Location: Villa Vigoni


Bach Trails - SILVIA CHIESA, MAURIZIO BAGLINI

20.00 visita guidata + 21.00 concerto

SILVIA CHIESA (violoncello) MAURIZIO BAGLINI (piano)

Felix Mendelssohn Bartholdy: Sonata n° 2 per violoncello e pianoforte op. 58
Allegro assai vivace
Allegretto scherzando
Adagio
Finale: molto allegro e vivace

Johann Sebastian Bach: Suite per violoncello solo in Do maggiore BWV 1009
Preludio
Allemanda
Corrente
Sarabanda
Bourrée I e II
Giga

***

Johann Sebastian Bach – Ferruccio Busoni:
CIACCONA in re minore, rielaborazione concertistica per pianoforte solo dalla Partita n. 2 per violino solo

Due preludi per corali d’ organo, dal manuale Liturgico di Lipsia:
Nun komm’ der Heiden Heiland
Ich ruf zu Dir

Edward Grieg : Sonata in la minore op. 36 per violoncello e pianoforte
Allegro agitato
Andante molto tranquillo
Allegro – Allegro molto e marcato

IT

Il pianista Maurizio Baglini è tra i musicisti più brillanti e apprezzati sulla scena internazionale. Ha al suo attivo un’intensa carriera in Europa, America e Asia: oltre 1200 concerti come solista e 1000 in musica da camera.

Nato a Pisa nel 1975 e vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo, da allora è ospite dei più prestigiosi festival (tra cui La Roque d’Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival, “Benedetti Michelangeli” di Bergamo e Brescia, Rossini Opera Festival) e viene invitato come solista e in formazioni di musica da camera dalle maggiori istituzioni internazionali, tra cui Salle Gaveau di Parigi, Kennedy Center di Washington, Auditorium del Louvre, Gasteig di Monaco di Baviera. Collabora con direttori quali Emanuel Krivine, Maximiano Valdes, Donato Renzetti, Antonello Allemandi, Massimiliano Caldi, Howard Griffiths, Karl Martin, Seikyo Kim, Giampaolo Bisanti, Ola Rudner. Dal 2005 suona stabilmente anche in duo con la violoncellista Silvia Chiesa.

Nel 2007 è invitato come unico pianista italiano a festeggiare i cento anni della Salle Gaveau a Parigi, in una serata a cui, fra gli altri, partecipano Martha Argerich e Nelson Freire. Nel 2008 è ospite principale della trasmissione televisiva Toute la Musique qu’ils aiment, su France 3. Nel 2009 all’Israel Festival esegue nella stessa serata un monumentale programma formato dalla “Nona” di Beethoven-Liszt seguita dai 12 Studi op. 10 e dai 12 Studi op. 25 di Chopin. Nel 2010 debutta con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nella prima mondiale del Concerto scritto per lui da Azio Corghi. Nel 2011 inaugura, in duo con Silvia Chiesa, la rassegna dei Concerti del Quirinale organizzata da Rai Radio 3.

Dal 2008 promuove il progetto “Inno alla gioia”, che lo porta a eseguire in tutto il mondo la “Nona Sinfonia” di Beethoven nella trascendentale trascrizione per pianoforte di Liszt (sia nella versione solistica, sia in quella con il coro e le voci soliste). Il debutto è al Musée d’Orsay a Parigi, con il Coro di Radio France, in diretta su France Musique, mentre in Italia il progetto approda per la prima volta al Teatro Ponchielli di Cremona e, dopo oltre cinquanta tappe (tra cui Monaco, Tel Aviv, Rio de Janeiro e Beirut) il 28 novembre 2012 è applaudito al Conservatorio di Milano per la Società dei Concerti.

Tra gli impegni solistici più recenti si segnalano, a settembre 2012, il récital per la Sagra Musicale Umbra e, a gennaio 2013, il récital alla Victoria Hall di Ginevra e il debutto sul palcoscenico del Teatro Comunale di Bologna con l’Orchestra diretta da Ola Rudner.

Il suo vasto repertorio spazia da Byrd alla musica contemporanea, con riferimenti importanti a Chopin, Liszt e Schumann. Intenso l’impegno sul fronte discografico che include fra l’altro due versioni dei 27 Studi di Chopin (eseguiti sia su strumenti originali, sia su pianoforte moderno) e l’integrale delle trascrizioni di Busoni da Bach (Tudor). Da segnalare inoltre: il dvd con il Concerto n. 1 di Chopin accompagnato dalla New Japan Philharmonic Orchestra e i cd con l’integrale dell’opera pianistica di Rolf Urs Ringger (con cinque prime assolute) e la Nona Sinfonia di Beethoven nella trascrizione per pianoforte solo di Liszt (Decca). L’autorevole rivista statunitense American Record Guide sceglie come migliore interpretazione su disco degli  Studi di Chopin il suo cd registrato per Phoenix/Suonare Records.

I suoi cd più recenti sono pubblicati da Decca. Dopo gli Studi Trascendentali di Liszt del 2010, nel 2011 registra Rêves, con i capolavori per pianoforte solo di Liszt (per il bicentenario della nascita del compositore ungherese): il cd riceve il prestigioso riconoscimento “Année Liszt en France” dal comitato ufficiale per le celebrazioni dell’anno lisztiano. Nel 2012 incide, in duo con Silvia Chiesa, Cello Sonatas, con le Sonate per violoncello e pianoforte di Brahms e l’“Arpeggione” di Schubert. Gli album raccolgono ampi consensi dalla critica (Repubblica, Manifesto, Milano Finanza, Rai Radio3, Amadeus, Classic Voice, Giornale della Musica, Musica, Suonare News, American Record Guide, RSI). Insieme ai colleghi Lang Lang, Ramin Bahrami e Stefano Bollani è inoltre tra i protagonisti della compilation “Classica 2011” prodotta da Deutsche Grammophon. A novembre 2012 pubblica l’album Carnaval con alcuni capolavori per pianoforte solo di Schumann (Carnaval op. 9, Variazioni Abegg op. 1, Papillons op. 2 e Carnevale di Vienna op. 26) che sta ottenendo ottime recensioni sulla stampa nazionale e internazionale (Amadeus, American Record Guide, Klassik.com, Musica, Repubblica, Milano Finanza). A gennaio 2014 esce l’album In tempo di danzadedicato alle Sonate di Domenico Scarlatti.

Dal 2004 Baglini è direttore artistico dell’Amiata Piano Festival che si tiene ogni estate in Toscana (ha ospitato, tra gli altri, Andrea Lucchesini, Massimo Quarta, Danilo Rea, Mario Brunello, Salvatore Accaddo, Corrado Augias e Sir Peter Maxwell Davies). Dal 2011 al 2013 ha curato la direzione artistica del nuovo progetto di lezioni-concerto presso Palazzo Reale a Pisa. Con Alain Duault, e’ direttore artistico  del festival da camera francese “Les musiques de Montcaud”.  A marzo 2013 è nominato consulente artistico per la danza e per la musica del Teatro Comunale “Verdi” di Pordenone.

 Dal 2012, insieme al grafico Giuseppe Andrea L’Abbate, ha dato vita al rivoluzionario progetto di musica e multimediale dedicato a musiche di Debussy, Bartok, Moussorgsky e Schumann, con cui ha riscosso un notevole successo in frangenti di assoluto prestigio quali il Festival della Roque e’ Antheron ( www.webpiano.it ).

 Appassionato di podismo, si allena con regolarità: dopo aver partecipato nel 2012 alle Maratone di Parigi , Pisa e Berlino, sta preparando per le Maratone di Vienna, Amsterdam e New York.

 Maurizio Baglini suona un grancoda Fazioli.
 www.mauriziobaglini.com

Nata a Milano, Silvia Chiesa dopo gli studi con Rocco Filippini, Mario Brunello e Antonio Janigro intraprende una brillante carriera solistica internazionale che la vede protagonista, fra l’altro, in Francia con l’orchestra del Teatro di Rouen, in Inghilterra alla Barbican Hall e Cadogan Hall con la Royal Philarmonic Orchestra, in Russia con i Solisti di San Pietroburgo, in Polonia con la Filarmonica di Cracovia, in Italia con l’Orchestra della Rai, I Pomeriggi Musicali, l’Orchestra Verdi e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. In veste di solista ha collaborato con i direttori d’orchestra Luciano Acocella, Paolo Arrivabeni, Gürer Aykal, Giampaolo Bisanti, Tito Ceccherini, Daniele Gatti, Cristian Orosanu, Corrado Rovaris, Howard Shelley e Brian Wright. Nel 2004, in occasione di un prestigioso tour in America del Nord con la Royal Philarmonic, la critica ne ha esaltato le qualità musicali ed espressive.

Particolarmente sensibile alla musica contemporanea, ha interpretato in prima assoluta alcune composizioni di Nicola Campogrande, Aldo Clementi, Michele Dall’Ongaro, Sir Peter Maxwell Davies e Giovanni Sollima, ed è stata dedicataria del concerto per violoncello e orchestra di Matteo D’Amico Il filo di Teseo, nonché, insieme a Maurizio Baglini, della suite per violoncello e pianoforte D’après…cinq chansons d’elite di Azio Corghi

Nel 2005 ha costituito con Baglini un duo stabile, applaudito su prestigiosi palcoscenici internazionali, tra cui la Salle Gaveau di Parigi, l’Oriental Art Center di Shangai, la Sala Cecília Meireles di Rio de Janeiro nonché in Libano, Russia, Brasile, Belgio, Islanda, Israele e Australia. Il duo Chiesa-Baglini ha registrato un cd con musiche di Chopin, Debussy e Corghi per l’etichetta Concerto, l’integrale di Saint Saëns per un cd allegato alla rivista “Amadeus”, e recentemente il cd “Cello Sonatas” per Decca, contenente le Sonate per violoncello e pianoforte di Brahms e l’“Arpeggione” di Schubert.

Silvia Chiesa ha inciso inoltre vari concerti live per Rai Radiotre e France Musique, nonchè per i canali televisivi Rai Sat (insieme al Trio Italiano di cui ha fatto parte dal 1997 al 2002) e France 3, dove nel 2008 è stata ospite della trasmissione televisiva Toute la musique qu’ ils aiment condotta dal musicologo francese Alain Duault.

Nel 2011, in occasione del centenario della nascita del compositore, insieme all’Orchestra Rai di Torino diretta da Corrado Rovaris ha pubblicato per Sony un cd con i Concerti per violoncello di Nino Rota.

Il cd è stato salutato con entusiasmo dalla critica che ha evidenziato nell’esecutrice “la padronanza ferrea dello strumento” (Fabrizio Carpine), “la gestualità morbida e tecnicamente ineccepibile” (Massimo Viazzo), “la sicurezza e la fantasia musicale” (Angelo Foletto), “la totale adesione […] e la superba lezione di strumentalità ” (Elide Bergamaschi), “il suono seducente, le qualità tecniche e le capacità musicali” (klassik.com), “lo stile affermativo e denso di carattere, la cavata sempre piena e presente” (Diapason), e più in generale nell’intera esecuzione l’alto “livello espressivo” (Giancarlo Cerisola).

Nel 2012 ha eseguito a Milano, con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali diretta da Giampaolo Bisanti, la prima italiana del Concerto per violoncello di Gil Shohat. Nel 2013 ha avuto importanti debutti in Australia e in Polonia. Nel 2014 è in programma un nuovo cd per Sony.

E’ artista residente della rassegna cameristica toscana “Amiata Piano Festival” e docente all’Istituto Superiore di Studi Musicali “Claudio Monteverdi” di Cremona.

Silvia Chiesa suona un violoncello Giovanni Grancino del 1697.

EN

Maurizio Baglini
Prizewinner in major International Piano Competions –  Busoni in Bolzano, William Kapell in Maryland – in 1999, aged only 24,  he won the World Music Piano Master in Montecarlo.

 He regularly performs in prestigious worldwide Festivals – La Roque d’ Anthéron, Loeckenhaus , Yokohama Piano Festival , Israel Festival in Jerusalem, Festival Berlioz à la Cote st- André, Nuits Romantiques à Aix les Bains, Australian Chamber Music Festival, Benedetti Michelangeli Festival in Bergamo & Brescia, Festival Jacques Klein in Rio de Janeiro –  and also in distinguished music societies and series such as  Salle GaveauMusée d’ Orsay  , Auditorium du Louvre, Kennedy Centerin Washington,  Sala Cecilia Meireles in Rio de Janeiro, Gasteig in Munich .

He has  been soloist in important Orchestral Seasons – Philarmonique de Montecarlo, Symphonic de Barcelon y de catalana,  Zurich Kammer Orchestra,New Japan Philarmonic Orchestra, Orchestra Toscanini di Parma,  where he collaborated with conductors such as Emmanuel Krivine, Armin Jordan, Howard Griffiths, Donato Renzetti, Brian Wright.

His performances have been reviewed by remarkable international press magazines:

…L’aurait-on rêvé qu’on n’aurait jamais imaginé entendre un jour un pianiste aussi proche d’Alfred Cortot par l’esprit, la sonorité….Et puis, Baglini a une sonorité profonde, à la fois lumineuse et ronde, une dynamique à couper le souffle, une culture du son rarissime à notre époque, une vraie présence en scène. Alain Lompech (Le Monde) 

…Un Pianiste vrai, un musicien authentique, un nom à retenir…  Pierre Petit (Le Figaro) 

BAGLINI : Piano with Emotion.  Cecilia Porter (Washington Post).

….One of the most significant Chopin performers in the next en / twelve years…  Robert Vroon ( American Record Guide ).

His discography also includes all Chopin Etudes –  recorded for Phoenix Classics either on modern piano and on two different XIX century original pianofortes –  and  the complete works for piano byBach – Busoni, edited by Tudor .

As an avid chamber music performer, he focuses a large part of his activity to new partnerships and musical literature, with a particular attention to contemporry music. In November 2006 Azio Corghi writes  and dedicates him and his regular duo partner Silvia Chiesa a new work for cello and piano, D’ après cinq chansons d’ élite.

In December 2007, he has been invited to celebrate 100 years Salle Gaveau’ s  anniversary in Paris together with artists such as Martha Argerich, Nelson Freire, Jean Marc Luisada.

In May 2008, he has been invited by French famous musicologist Alain Duault for the TV program “Toute la Musique qu’ ils aiment “ and regularly performs in live broadcasted concerts and programs for RADIO Tre Rai, France Musique, NHK Television, etc….

In March 2009, he published for DECCA Beethoven Liszt Symphony n° 9 recording, followed by Liszt Twelve Transcendental Studies in 2010 published for Decca.

In 2011, Decca publishes “Rêves “, a Liszt Anniversary cd, plus a Brahms and Schubert recording with Silvia Chiesa.

In 2010, he performed the world “ première “ of Azio Corghi Concerto for piano and orchestra, with Rai Orchestra in Turin, conducted by Arturo Tamayo.

In 2005, he founded, as artistic director, the Amiata Piano Festival and the Dionysus Music, Art and Multimedia Festival, which takes place every year in the outstanding wine Cellar of Collemassari, in Poggi del Sasso ( Cinigiano ) , Grosseto.

He was artistic director of the Concerts at Palazzo Reale, Pisa, from 2011 and 2013 and created the artistic events at the Fazioli Showroom in Milan. Since 2008, he works together with Alain Duault for the new chamber music Festival “les Musiques de Montcaud “, France.

On March, 2013, he was appointed Artistic Director of Giuseppe Verdi Theatre in Pordenone, Italy.

In 2011, for the Franz Liszt Anniversary celebrations, he gives performances inside prestigious international TV programs such as “ SKY CLASSICA TV “and FRANCE 5 “ sur les pas de Liszt “. In 2012, he publishes Carnaval, a cd containing Robert Schumann major piano works.  On January 2014, Decca publishes his latest cd In tempo di danza, dedicated to Domenico Scarlatti’s Sonatas.

With Dr. Giuseppe Andrea L’Abbate, he created a multimedia project presenting works by Debussy, Bartok, Moussorgsky and Schumann, triumphing at the Roque d’ Antheron Festival 2013 (www.webpiano.it ).

Fond of hard running, he took part in Paris, Berlin and Pisa marathons and is now preparing Amsterdam and New York.

Maurizio Baglini plays on Fazioli Grand Pianos.

Born in Milan, Silvia Chiesa studied cello with Rocco Filippini, Mario Brunello and Antonio Janigro.

She starts soon a distinguished international career as a soloist which features her with renowned orchestra such as Orchestre de l’Opéra de Rouen in France, Royal Philharmonic Orchestra at Barbican Hall and Cadogan Hall in London, Saint Petersburg Soloists in Russia, Krakow Philharmonic Orchestra in Poland, Orchestra Nazionale della Rai, I Pomeriggi Musicali in Milan, Orchestra Verdi and Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino in Italy. In 2004 she proposes Saint Saens Cello Concerto n. 1 inside an American tour with Royal Philharmonic Orchestra conducted by Daniele Gatti: she is enthusiastically reviewed for her musical and expressive qualities.

Silvia Chiesa has appeared as a soloist with conductors such as Luciano Acocella, Paolo Arrivabeni, Gürer Aykal, Giampaolo Bisanti, Tito Ceccherini, Daniele Gatti, Cristian Orosanu, Corrado Rovaris, Howard Shelley e Brian Wright.

Very sensitive to contemporary music repertoire, she performed many world premieres by Nicola Campogrande, Aldo Clementi, Michele Dall’Ongaro, Sir Peter Maxwell Davies and Giovanni Sollima; Matteo D’Amico dedicated her the Cello Concerto named Il filo di Teseo, and Azio Corghi dedicated her duo with pianist Maurizio Baglini the Suite D’après…cinq chansons d’elite.

Since 2005, her permanent duo with Baglini performed in such prestigious venues as Salle Gaveau in Paris, Oriental Art Center in Shangai, Sala Cecília Meireles in Rio de Janeiro, and Countries such as Lebanon, Russia, Brazil, Belgium, Iceland, Israël and Australia. The duo is realizing many recordings: Saint Saens’s complete cello and piano works, Chopin, Debussy cello and piano sonatas, Azio Corghi’s suite, and very recently the CD “Cello Sonatas” produced by Decca including Brahms’s both Sonatas and Schubert’s “Arpeggione”.

Silvia Chiesa performed live broadcasted concerts for Rai Radiotre and France Musique, as well as TV programs for Rai Sat (with Trio Italiano, whose she was official cellist from 1997 to 2002) and France 3, where she was invited by famous musicologist Alain Duault for the Tv program Toute la Musique qu’ ils aiment in 2008.

In 2011, to celebrate 100 years Nino Rota’s birth anniversary, she recorded a new CD published by Sony Classical, containing Rota Cello Concertos performed by Orchestra Nazionale della Rai conducted by Corrado Rovaris. The CD was welcome by very fine reviews inside mainly prestigious magazines: Classic Voice, L’Espresso, Il Sole 24 Ore, Il Venerdì di Repubblica, American Record Guide, Musica.

In 2012, she performed the Italian prémière of Gil Shohat cello Concerto , in Milan, with Pomeriggi Musicali Orchestra.

In 2013, she made important debuts in Australia and in Poland. A new cd for Sony Music is planned for 2013-14.

Silvia Chiesa plays the Giovanni Grancino of 1697

Since 2008 Silvia Chiesa is Professor of Cello at the “Claudio Monteverdi” Music Institute for Academic Studies, where she also teaches Chamber Music.

PRIMA DEL CONCERTO

 

+visita guidata, 20:00
La visita guidata costa 10€. I biglietti possono essere acquistati direttamente all’ingresso di Villa Vigoni. La Villa e i giardini non sono normalmente aperti al pubblico, quindi, questa è un’ottima occasione di visitare il luogo. La visita non è obbligatoria e si può assistere anche al solo concerto.

 

+guided tour, 17:00. 
The visit and the guide costs 10€. Tickets can be purchesed at Villa Vigoni. The villa and gardens are normally not opened to public and is a great occasion to visit the place, but if one prefers, one can attend only the concert.

 

logo_vigoni2www.villavigoni.it

 

Sede Concerto/Concert's Location:

Informazioni e storia: Villa Vigoni

Loading Map....

 

Prossimi Concerti/Upcoming Concerts:

Nessun evento / Any event scheduled at the moment

 

Bach Trails – SILVIA CHIESA, MAURIZIO BAGLINI