Palazzo Gallio, Gravedona

IT

L’imponente palazzo, edificato su un promontorio roccioso sporgente tra monti e lago, domina il paese.

Questa fastosa dimora fu voluta nel 1586 dal cardinale e segretario di Stato al soglio pontificio Tolomeo Gallio. Investito da pochi anni della contea delle Tre Pievi di Gravedona, Sorico e Dongo, affidò a Pellegrino Tibaldi, architetto del Cardinale Carlo Borromeo, la realizzazione dell’edificio, ma venne completato dopo il 1607, anno della sua morte.

Il palazzo andò ai suoi nipoti, duchi d’Alvito, e non ebbe mai vita splendida. Fu utilizzato dai francesi e dagli spagnoli come ospedale, fino a che, agli inizi dell’Ottocento passò per varie proprietà private.

Oggi il palazzo appartiene alla Comunità Montana Alto Lario Occidentale, monumento nazionale, è vanto del comune di Gravedona e di tutti i gravedonesi.

La tradizione ricorda che avrebbe dovuto ospitare quel Concilio della Controriforma Cattolica che invece fu tenuto a Trento.È a pianta quadrata con quattro torri massicce angolari legate da stretti loggiati; logge sovrapposte si aprono anche sulla facciata verso il lago e su quella a monte regalando la vista di un bellissimo paesaggio.

Le mura di cinta hanno incorporati i resti dell’antico castello distrutto nel secolo XII

Questa pianta del Palazzo è ispirata a quella delle “ville della delizia” che il Palladio era andato costruendo in quegli anni nelle dimore patrizie di campagna dello Stato Veneto di terraferma, apparendo tale Palazzo come antisignano delle analoghe ville che sorgeranno sul Lario e in tutta la Brianza nel periodo seguente.

Sotto la loggia rivolta verso il lago è stata esposta un’iscrizione dove si legge: “Tolomeo Gallio di Santa Romana Chiesa, Cardinale Comense e Signore delle Tre Pievi di Gravedona, Sorico e Dongo, attratto dal clima temperato e dall’amenità del luogo ornò e rese più illustre il nobile paese di Gravedona con questo grandissimo palazzo con giardini, fontane e piscine nell’anno del Signore 1586”.

L’interno il vasto salone centrale raggiunge in altezza due piani, oggi utilizzato per mostre, concerti e convegni.

Lateralmente è affiancato da altri ambienti su due piani, collegati tra loro da loggiati. Questi locali sono utilizzati dagli uffici della Comunità Montana Alto Lario Occidentale e dalla Biblioteca comunale.

Il Palazzo non presenta arredamenti e opere di grande fasto, presumibilmente perchè i lavori vennero ultimati dopo la morte del committente e dunque mai utilizzato per lo scopo che il proprietario gli aveva destinato.

EN

This impressive construction which dominates the town was built onto a jutting and rocky spit between the mountains and the lake.

The magnificent dwelling place was ordered in 1586 by Cardinal Tolomeo Gallio, Secretary of State at the service of the papal throne.
Having been appointed a few years earlier by the county of the Tre Pievi, Gravedona, Sorico and Dongo, he assigned the realilzation of the building to Pellegrino Tibaldi, the architect of Cardinal Carlo Borromeo. However the building work was completed after 1607, the year of Cardinal Gallio’s death.

The mansion was left to his nephews, Dukes of Alvito but it never enjoyed a splendid life. It was used by the French and the Spanish as a hospital until the early 1800s when it passed into private hands.

Today the building belongs to the Comunità Montana Alto Lario Occidentale, it is a national monument and the pride of the people of Gravedona.

Tradition reminds us that it should have hosted that Catholic Counter-Reformation Council which was then held in Trento.

It is square shaped with four solid corner towers linked by narrow arcades; overhanging balconies open out towards the lake and towards the mountains offering a breathtaking view.

The boundary walls incorporate the remains of the ancient castle which was destroyed in XII century.

Below the balcony towards the lake there is an inscription which reads: “Tolomeo Gallio of the Holy Roman Church, Cardinal of the Como region and Lord of the Three Parishes of Gravedona, Sorico and Dongo, drawn by the mild climate and by the amenities of the location, embellished and rendered more illustrious the noble village of Gravedona with this great mansion, its gardens, fountains and pools in the year of Our Lord 1586”

The main central hall reaches two floors in height and it is today used for exhibitions concerts and meetings.

Laterally there are other rooms connected with each other by arcades. These rooms are used as offices by the Comunità Montana Alto Lario Occidentale and by the local library.

The buikding does not have grand works or furnishings probably because the building was completed after the death of the commissioner and therefore never used as the owner had intended to.

The National monument, Palazzo Gallio, pride of the Gravedona local administration is now the head office of the Comunità Montana.

Come raggiungere questa sede / How to get to this location:

 

Palazzo Gallio, Via Tolomeo Gallio, 1
22015 Gravedona CO
Italy

Loading Map....

 

Prossimi eventi in questa sede: / Next events in this location:

 

  • Nessun concerto in questa sede - Any concert scheduled at the moment in this location
  •  

     

     

    Palazzo Gallio, Gravedona